Lo scrive in una nota l'associazione degli industriali europei Business Europe

Domani a Praga i capi di Stato e di governo discuteranno della situazione della crisi energetica. BusinessEurope invita i leader a concordare urgentemente nuove misure a livello dell’Ue per alleviare i costi per le imprese europee”. Lo scrive in una nota l’associazione degli industriali europei Business Europe. “Poiché le bollette energetiche stanno salendo alle stelle a livelli mai visti prima, le aziende di tutte le dimensioni in tutto il continente hanno già ridotto la loro produzione o addirittura interrotto completamente la loro produzione”, spiegano. “Esiste il pericolo reale che le imprese ad alta intensità energetica si trasferiscano al di fuori dell’Europa, dove i prezzi dell’energia sono molto più bassi, il che avrebbe conseguenze drammatiche sulla nostra competitività e sui nostri posti di lavoro”.

Il presidente di BusinessEurope Fredrik Persson ha dichiarato: “Siamo nel mezzo di una duplice crisi energetica. Oltre al rischio di carenza di approvvigionamento, gli europei sono esposti a prezzi dell’energia insopportabili. Esortiamo i leader a concordare misure nuove e mirate per abbassare le bollette energetiche per le imprese. Se ben concepite, le misure di price capping a livello dell’Ue, come il disaccoppiamento dei prezzi dell’elettricità dai prezzi del gas, potrebbero effettivamente abbassare le bollette. L’adeguamento del quadro dell’Ue in caso di crisi temporanea, pur mantenendo condizioni di parità nel mercato unico, è altrettanto importante per concedere l’aiuto tanto necessario alle imprese colpite”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag:,