Da Anna Foglietta a Ivan Cotroneo, il mondo del cinema e dello spettacolo, ma non solo, ricorda l’attore napoletano

libero-de-rienzo

Libero De Rienzo

“Per te, P. Riposa”. Con queste poche parole e una foto completamente nera, Ivan Cotroneo, regista e scrittore, ha ricordato Libero De Rienzo, l’attore scomparso a Roma, stroncato da un infarto, a 44 anni. Cotroneo lo aveva diretto nel film “La kriptonite nella borsa”. Come lui, tantissimi colleghi, amici, fan, nelle ultime ore, hanno lasciato messaggi sui social per ricordarlo.

libero-de-rienzo

“Avevi qualcosa di geniale, eri davvero Libero. Sono senza parole”, ha scritto l’attrice Anna Foglietta.

anna-foglietta

“Buon viaggio amico mio”, ha postato il regista Sydney Sibilia, che aveva diretto De Rienzo su set di “Smetto quando voglio”.

sydney-sibilia

E ancora il ricordo di Alessandro Borghi: “Forse il mio primo set vero l’ho fatto con Picchio, tanti anni fa. La stima che mostrò nei miei confronti mi fece bene, mi alleggerì dal peso del giudizio a cui veniamo sottoposti ogni giorno, nella vita e in questo mestiere. Grazie Picchio, non ti dico fai buon viaggio perché non credo si vada da nessuna parte, ma qui lasci qualcosa per un sacco di persone”.

alessandro-borghi

A ricordare Libero De Rienzo anche Alessandro Gassmann: “Non ci siamo mai incontrati su un set, ma mi emozionavi”.

alessandro-gassman

Roberto Saviano e Paolo Siani ricordano Libero De Rienzo

Un messaggio commosso arriva anche dallo scrittore Roberto Saviano sui social: “Addio Libero De Rienzo… e ora come si fa? Era bella la tua indolenza, la tua capacità di racconto immersa tra ironia e malinconia. Il tuo modo di attraversare la vita era bello. E ora come si fa?”, condividendo poi una scena del film “Fortapàsc” di Marco Risi, dove Libero nei panni del giornalista Giancarlo Siani, parla agli studenti di un liceo.

roberto-saviano

E proprio dal fratello di Giancarlo, Paolo Siani, arriva il cordoglio via Twitter, assieme a una foto simbolo del giornalista, sorridente a bordo della sua Mehari verde. “E adesso chissà cosa si diranno lassù'”, ha scritto il deputato Pd. La stessa “Fondazione Giancarlo Siani Onlus” ha salutato, così, Libero De Rienzo: “Sei stato gli occhi, la voce e il cuore di Giancarlo. Sei entrato nella nostra storia in punta di piedi con grande semplicità. La tua timidezza era un segno di grande rispetto per la storia che dovevi raccontare. Non ti dimenticheremo. Grazie. Ciao Picchio”.

paolo-siani

Leggi anche: Addio a Libero De Rienzo. Franceschini: “Perdiamo un giovane talento”

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata