Afghanistan, kamikaze al mercato a Meymana: 15 morti, 46 feriti

Kabul (Afghanistan), 18 mar. (LaPresse/AP) - Almeno 15 persone sono rimaste uccise in un attentato suicida eseguito all'ingresso di un mercato a Meymana, nel nord dell'Afghanistan, dove un kamikaze si è fatto esplodere a bordo di un risciò. Lo rende noto Abdul Satar Barez, vice governatore della provincia di Faryab in cui è avvenuto l'attacco, precisando che nell'esplosione sono rimaste ferite altre 46 persone, 27 delle quali in modo grave. L'attacco è avvenuto a circa 200 metri di distanza dalla residenza del governatore. Fra le vittime ci sono donne, bambini e dipendenti del vicino dipartimento dell'elettricità.

"Hanno ucciso delle persone innocenti in un posto i cui i residenti cercano di guadagnarsi qualche soldo per comprare un pezzo di pane. La maggior parte delle vittime stavano vendendo o comprando da mangiare", ha detto Barez. Fonti della sicurezza afghana, rimaste anonime, hanno spiegato che l'attentatore ha fatto detonare la bomba nascosta nel suo risciò mentre si avvicinava al posto di blocco all'entrata del mercato. L'attacco, che giunge a meno di tre settimane dalle elezioni presidenziali del 5 aprile, non è stato rivendicato ma è avvenuto in un'area in cui sono attivi i talebani e altri gruppi militanti dell'Afghanistan.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata