Lotta contro il tempo delle squadre di soccorso per trovare sopravvissuti

Le squadre di soccorso messicane continuano a cercare i sopravvissuti dopo che una frana ha demolito le case di Tlalnepantla, un quartiere alla periferia della capitale Città del Messico. Enormi massi sono rotolati lungo un ripido pendio, schiacciando gli edifici sulla loro strada. Almeno una persona è rimasta uccisa e dieci risultano disperse, tra cui quattro bambini. La frana di venerdì 10 settembre a Tlalnepantla fa seguito alle forti piogge nel Messico centrale e a un terremoto di magnitudo 7.0 all’inizio della settimana ad Acapulco. Le squadre di ricerca e soccorso hanno impiegato anche cani molecolari appositamente addestrati per cercare di rilevare segni di vita o cercare vittime. Le autorità temono che possano seguire ulteriori frane. Almeno 80 residenti sono stati evacuati dalle loro case.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata