Segno meno anche per lil gruppo bancario internazionale guidato da Orcel

Dopo l’ufficializzazione dello stop alle trattative tra UniCredit e ministero del Tesoro della giornata di domenica, il titolo del gruppo Monte dei Paschi di Siena non riesce a fare prezzo in Borsa in avvio delle contrattazioni.

Il titolo della banca toscana è quindi scivolato in netto calo a -7,65% per poi recuperare lievemente. Male anche Unicredit, coinvolto nella trattativa e in calo apertura di oltre il 2,9%: la perdita ora si è ridotta a circa un punto percentuale. 

Mps: media, Tesoro ottimista su proroga Commissione Ue a fine 2022

Le trattative tra Unicredit e il Tesoro su Mps sono fallite, ma al Mef si respira “ottimismo”. Lo scrive oggi ‘La Stampa’, spiegando che la proroga della Commissione europea per cedere la maggioranza pubblica del Monte dei Paschi di Siena oltre il termine concordato verrà concessa. Secondo il quotidiano si tratterebbe di una proroga di sei mesi, forse qualcosa in più rispetto alla scadenza attuale dell’approvazione del bilancio 2021, in primavera, per arrivare almeno alla fine del 2022. La proroga servirà per lanciare un aumento di capitale che potrà essere “privato o pubblico”, spiega al quotidiano una fonte. Nel dettaglio, qualora non si dovesse fare avanti un soggetto privato disponibile a sottoscrivere un aumento di capitale, sarebbe lo Stato a dover intervenire. Banco Bpm – il cui nome era circolato per partecipare a uno spezzatino con Unicredit – ha smentito il suo interesse e al momento non vi sarebbe nessuno disponibile a sedersi al tavolo della trattativa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata