Mercoledì 22 Giugno 2016 - 17:15

Mastella: No Gay Pride a Benevento, è volgare e pacchiano

E sul vitalizio dice: "Mi togliete quello e vado alla Caritas pure io, chiedo l'elemosina"

Mastella: No Gay Pride a Benevento, è volgare e pacchiano

"Un Gay Pride a Benevento? No, possono farlo da altre parti, perché proprio a Benevento? E' volgare, pacchiano". Queste le parole di Clemente Mastella, neosindaco di Benevento, a La Zanzara su Radio 24. "Bisogna rispettare i gay - aggiunge Mastella - però le cose così come il Gay Pride, non ne capisco il senso. Non mi piace".

IL VITALIZIO INDISPENSABILE. "Il mio vitalizio? Quei soldi mi servono, ho sei nipoti e tre figli, tra cui una ragazza adottiva", ha aggiunto Mastella, che prende un vitalizio di 9.600 euro al mese. "Mi togliete quello - aggiunge - e vado alla Caritas pure io, chiedo l'elemosina. Poi se li vogliono tagliare li taglino pure". "Intanto - dice ancora Mastella - ho rifiutato l'indennità da sindaco, sono 4mila euro che saranno messi in un fondo per la povera gente. Quei soldi invece De Magistris se li piglia".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Riapertura del passaggio di collegamento tra il Collegio Romano e la Chiesa di San Ignazio

Via al piano istruzione 0-6 anni. Fedeli: "È svolta culturale"

Lo scopo è aumentare i servizi e sostenere i genitori, per dare alle bambine e ai bambini maggiori opportunità di accesso a un'istruzione di qualità fin dalla nascita

Rimini, congresso fondativo di "Sinistra Italiana"

Leu, Civati: "Foglioline? Noi siamo femministi nella sostanza"

Al nuovo partito potrebbe unirsi anche Laura Boldrini

Assemblea nazionale "C'è una nuova proposta"

Grasso: "Comandato da D'Alema? Sarò io a guidare Liberi e Uguali"

Il presidente del Senato risponde a Matteo Renzi che lo ha paragonato a Fini