Jaguar torna sulle piste con la Formula E
Il Giaguaro scatenato lavorerà per dare il massimo in partnership con la Williams Advanced Engineering

Anche nel mondo dei motori c’è chi va e c’è chi viene: la Formula E saluta Trulli e accoglie la Jaguar. Il team capitanato dal simpatico e bravo pilota abruzzese lascia il campionato ecologico dopo aver saltato le prime due gare della stagione 2015-2016. La scuderia britannica, oggi di proprietà dell’indiana Tata, a distanza di dodici anni dall'addio alle corse con la cessione del team di Formula 1 alla Red Bull, torna invece a competere come costruttore alle competizioni motoristiche mondiali partecipando il prossimo anno proprio al campionato FIA Formula E.

Le due notizie hanno subito fatto il giro del mondo e se da una parte dispiace per il ritiro di una delle squadre che ha contribuito maggiormente alla nascita della Formula E, dall’altra l’arrivo della Casa d’oltremanica sta già facendo fremere molti che non vedono l’ora di ammirare nuovamente sulle piste il Giaguaro scatenato che lavorerà per dare il massimo in partnership con la Williams Advanced Engineering. “Sono orgoglioso di annunciare il ritorno di Jaguar alle gare motoristiche nell’innovativo FIA Formula E Championship” così ha confermato entusiasta la nuova sfida del brand Nick Rogers, Engineering Director.Jaguar Land Rover Group. I veicoli a corrente giocheranno del resto un ruolo assolutamente fondamentale nella futura produzione di Jaguar Land Rover e la Formula E rappresenterà un’occasione unica per svilupparli ulteriormente dandogli l’opportunità di progettare e testare le sue avanzate tecnologie nelle condizioni più estreme in termini di prestazioni.

"Sono convinto – ha ribadito Rogers - che nei prossimi cinque anni vedremo ulteriori cambiamenti rispetto agli ultimi tre decenni. Il futuro sarà rappresentato dall’essere più connessi e più sostenibili e le tecnologie in materia di leggerezza strutturale ed alimentazione elettrica sono destinate a diventare sempre più importanti in relazione alla continua crescita urbanistica. La Formula E ha riconosciuto e reagito a queste tendenze e l’emozionante e pionieristico approccio del campionato è la soluzione perfetta per il nostro brand”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata