Chi era Sisto Malaspina, l'italiano amato a Melbourne morto nell'attentato

Città in lutto per la scomparsa dell'imprenditore proprietario del celebre ristorante Pellegrini's Espresso Bar

Sisto Malaspina era uno dei grandi personaggi della comunità italiana (e non solo) di Melbourne. Originario dell'Italia, è stato ucciso a coltellate nell'attacco terroristico messo in atto da un seguace dell'Isis proprio nella città australiana. Malaspina, 74 anni, era un imprenditore di successo: proprietario di uno dei ristoranti più celebri della città. Il suo bar-ristorante è su Bourke st.: è il famoso Pellegrini's Espresso Bar.

Sisto è arrivato a 18 anni in Australia, seguendo suo fratello e un cugino ed ha da subito cercato di lavorare nel campo della ristorazione settore in cui era già attivo in Italia. Così insieme ad un suo socio nel 1974 ha acquistato una tavola calda di due fratelli italiani che si stanno ritirando, Vildo e Leo Pellegrini.

Un'attività commerciale che è diventata molto frequentata. Anche dalle star. Al punto che anche Russell Crowe ha voluto dedicare un omaggio su Twitter al titolare del locale italiano, naturalizzato australiano, diventato quasi un'istituzione e un ambasciatore del made in Italy per aver fatto conoscere il caffè espresso a Melbourne. "Sisto, il mio cuore si spezza... - ha scritto l'attore sul social - Frequentavo il Pellegrini's fin dal 1987, non sono mai passato da Melbourne senza andare a trovare Sisto", ha scritto in italiano l'attore dicendo "sono così triste". I ricordi di Crowe sono intensi: "Era come lo zio preferito, una delle ragioni per le quali amo andare a Melbourne. Quando ci siamo conosciuti, io ero un attore di teatro mal pagato, lui mi ha sempre trattato come un principe", ha aggiunto l'attore australiano.

Il caffé e il modo di fare di Sisto avevano fatto breccia anche nel cuore della modella danese Helena Christensen. "Sisto, sei sempre stato meraviglioso con noi, è stato un onore conoscerti, ti porteremo sempre nel cuore", scrive in un post sul suo profilo Instagram. "Quando sono stata a Melbourne - ricorda Christensen- all'inizio dell'anno mi svegliavo ogni mattina entusiasta di sapere che avrei avuto il privilegio di aver Sisto che ci serviva nel suo bel caffè Pellegrinis. Ci raccontava storie della sua vita, ci parlava con amore e orgoglio della sua famiglia, dei suoi dipendenti, dei suoi clienti e delle sue deliziose torte". "Ci ha fatto ridere e ci ha fatto innamorare di lui", aggiunge la modella nel tributo a Malaspina e al suo locale, dove oggi in tanti hanno deposto dei fiori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata