Tra le accuse estorsioni e riciclaggio

(LaPresse) – I carabinieri di Salerno, su richiesta della direzione antimafia, hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare nei confronti di dieci indagati, indiziati a vario titolo di estorsioni, riciclaggi di denaro e detenzione illegale di materiale esplosivo. Reati che sarebbero stati commessi con gli aggravanti di metodo e finalità mafiose. Il via libera agli arresti è arrivato dopo mesi di pedinamenti, intercettazioni telefoniche e analisi di video e tabulati bancari da parte della Procura di Nocera. Secondo gli inquirenti, i membri del gruppo criminale avrebbero legami con il boss Michele Cuomo, già condannato in via definitiva per aver organizzato e gestito un traffico di stupefacenti all’interno del carcere di Salerno.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata