Ad attendere l'arrivo dell'imbarcazione anche il figlio e la moglie del comandante ferito

(LaPresse) “Hanno sparato ovunque, i proiettili hanno attraversato le lamiere, le porte”. Così Girolamo Giacalone, timoniere dell’Aliseo, il peschereccio italiano mitragliato dalla Marina libica due giorni fa e rientrato oggi a Mazara del Vallo. “Penso che abbiano esploso più di cento colpi” ha aggiunto. Ad attendere il peschereccio anche il figlio e la moglie del comandate rimasto ferito.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata