Si tratta di Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise. Sono 44 i morti in 24 ore e tasso a 1,8%. Da domani si può mangiare al chiuso anche in zona gialla

L’Italia continua il suo percorso verso il ritorno alla normalità. Da oggi passano in zona bianca Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia, in attesa che altre regioni seguano a stretto giro con l’obiettivo di avere a breve tutto lo Stivale in bianco. Un cambio di colore che significa niente più coprifuoco oltre alla riapertura di quasi tutte le attività economiche anche se resta l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto. Da domani invece sarà consentito mangiare nei locali al chiuso e assistere a eventi sportivi al coperto.

Roma, turisti in centro nella prima settimana senza le restrizioni sugli spostamenti

Ad aiutare, in vista delle riaperture e della bella stagione, la campagna vaccinale che procede: 34.470.841 le somministrazioni con 11.871.163 persone immunizzate pari al 20,03% della popolazione secondo l’ultimo report. Numeri che, anche in questo caso, potrebbero migliorare al più presto. “Dal 3 giugno apre la vaccinazione per tutti come era stato detto, la vaccinazione di massa, comprese le farmacia e circa 700 aziende. Ci saranno anche i centri vaccinali: insomma, il vaccino arriverà sotto la porta di casa”, ha confermato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri.

Vaccini, Speranza: Nelle prossime ore via libera Aifa a 12-15 anni

“Credo che sia una notizia importante e positiva che Aifa nelle prossime ore farà seguito al pronunciamento di Ema e avremo il vaccino per la fascia 12-15 anni: penso che sia una risposta importante in vista della riapertura delle scuole”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza a ‘Che tempo che fa’ su Rai3, indicando come sua preferenza per la vaccinazione degli under 18 di “usare il più possibile i pediatri di libera scelta”, ma che “dobbiamo farci trovare pronti per la riapertura delle scuole”.

Il bollettino di domenica 30 maggio 

Un dato dei morti tra i più bassi da mesi, contagi in calo e guariti in crescita. È il quadro della pandemia che emerge dai dati del bollettino di domenica 30 maggio del ministero della Salute che conferma la tendenza al miglioramento e che fa ben sperare in vista dell’estate.

Dati COVID-19 di domenica 30 maggio 2021

Dati COVID-19 di domenica 30 maggio 2021

Sono 2.949 i nuovi casi Covid nelle ultime 24 per un totale di 4.216.003: in netto calo il numero dei decessi con 44 vittime contro le 83 del giorno prima. Salgono così a 126.046 i morti italiani del Covid.

In lieve risalita il tasso dell’incidenza dei positivi Covid su tamponi rispetto a sabato: con 164.495 test processati in 24 ore il dato è dell’1,8% contro l’1,4% di sabato. Continua inoltre il calo delle ospedalizzazioni per Covid: -34 le terapie intensive per un totale di 1.061 e 27 nuovi ingressi, -209 i ricoveri con sintomi e 6.591 in totale.

Numeri positivi anche per i guariti (+6.574 e 3.851.661 in totale) e per gli attuali positivi che continuano a calare: -3.670 quelli odierni che portano a 238.296 gli italiani alle prese con il virus di cui 230.644 in isolamento domiciliare.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata