Giovedì 01 Settembre 2016 - 19:30

Sudafrica, scoperta la prima intervista di Mandela a una tv

Il video è stato registrato nel 1956 alla Sinagoga vecchia di Pretoria

Sudafrica, scoperta la prima intervista di Mandela a una tv

Emerge una nuova intervista a Nelson Mandela, la prima rilasciata a una tv dal leader anti-apartheid sudafricano e premio Nobel per la pace. La Nelson Mandela Foundation ha spiegato che il video di 24 secondi è stato probabilmente registrato nel 1956 alla Sinagoga vecchia di Pretoria, dove si tenne il processo per tradimento che si concluse nel 1961 con il proscioglimento di Mandela di decine di altre persone. Fu trasmessa nel 1961 dall'emittente olandese Avro. Sinora si riteneva che la prima intervista tv a Mandela risalisse al maggio 1961, quando era latitante, prima che fosse arrestato nel 1962 e poi rilasciato dal carcere soltanto nel 1990. Mandela, morto a 95 anni nel 2013, diventò nel 1994 il primo presidente nero del Sudafrica. Nel 1993 aveva ottenuto il Nobel per la pace.

 

 

Nella nuova intervista si vede l'attivista con la barba, mentre promette di combattere il razzismo. "Sin dall'inizio, il Congresso nazionale africano si è dato l'obiettivo di combattere contro la supremazia bianca", afferma Mandela nell'intervista, facendo riferimento al movimento che guidò e divenne il partito al governo dalla fine dell'apartheid. "L'Anc ha combattuto, senza esitazione, contro tutte le forme di discriminazione razziale, dovremmo continuare a farlo finché la libertà sarà raggiunta", prosegue.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Trump nominerà repubblicano Pai a guida Commissione comunicazioni

Trump nominerà repubblicano Pai a guida Commissione comunicazioni

Era previsto che Pai succedesse a Tom Wheeler, democratico incaricato di guidare la Commissione dal 2013

Trump ha giurato come nuovo presidente degli Stati Uniti: Da oggi America First

Usa, Trump è presidente, proteste a Washington /FOTO

"Sradicheremo il fondamentalismo" ha detto il tycoon. Intanto a Washington esplodono violente proteste

Estradato negli Usa 'El Chapo', il signore della droga messicano

Estradato negli Usa 'El Chapo': si è dichiarato non colpevole

Il narocs era il capo del Cartello del Sinaloa