Domenica 29 Maggio 2016 - 12:15

Salvini: Profughi veri sono il 10%, gli altri non devono partire

Il leader del Carroccio è stato intervistato su Sky Tg24 da Maria Latella.

Salvini: Profughi veri sono il 10%, gli altri non devono partire

"Più ne fai partire più ne muoiono. I profughi veri, che vanno aiutati e salvati, sono non più del 10 per cento di quelli che arrivano in Italia, agli altri bisogna impedire di partire dall'Africa". Lo ha affermato Matteo Salvini intervistato su Sky Tg24 da Maria Latella. "Chi può pensare che io voglia la morte di qualcuno? - ha aggiunto il leader della Lega - Vorrei solo che i popoli potessero crearsi un futuro in casa loro". "L'immigrazione è organizzata e finanziata da chi ci guadagna - aggiunge Salvini - Chiediamo semplicemente un'immigrazione controllata.

 "Renzi promette tanto, ma combina poco. Assurdo che chi vuole un'altra Europa venga additato come xenofobo e razzista", ha detto poi il leader del Carroccio. Parlando delle elezioni in Austria, Salvini ha sostenuto che sono state truccate: "Non capisco gli insulti a chi vuole un Europa diversa".
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Luigi Di Maio presenta la squadra di Governo

Chi è Giuseppe Conte, professore di diritto a Firenze

Era stato indicato per ricoprire l'incarico di ministro della 'Pubblica amministrazione, deburocratizzazione e meritocrazia'

Chiuso accordo Lega-M5S, domani al Colle. Conte verso Palazzo Chigi

Scontro con la Francia sull'Ue. Il leader della Lega replica al ministro Le Maire: "Inaccettabile invasione di campo"

US-POLITICS-ECONOMY-IMF-WORLDBANK-SPRING-MEETINGS

La Francia avverte l'Italia: "Se non rispetta impegni a rischio stabilità dell'eurozona"

Il ministro dell'Economia Bruno Le Maire lancia l'allarme e ricorda: "In Europa ci sono regole da rispettare"

Elezioni Regionali Valle d'Aosta 2018

Valle d'Aosta, elezioni regionali: affluenza 65,12%, calo 8% su 2013

In 103mila alle urne per scegliere i consiglieri, che dovranno poi indicare il presidente