Lo showrunner Chris Van Dusen ha confermato che, dopo lo stop per Covid, il cast è tornato sul set

bridgerton

Bridgerton

Dopo lo stop forzato a causa del Covid, riapre i battenti il set della seconda stagione di “Bridgerton. A confermarlo è stato lo showrunner Chris Van Dusen al magazine “Variety”.

“Siamo di nuovo in marcia. Abbiamo dovuto ritardare a causa del Covid, ma siamo tornati“, ha detto Van Dusen, che attualmente sta facendo la spola tra Los Angeles e il set di Londra. “In questo momento sono in post produzione i primi due episodi che sembrano fantastici”, ha aggiunto lo showrunner.

Le riprese si erano fermate a tempo indeterminato a metà luglio dopo un secondo caso di contagio nel gruppo. Netflix non ha mai specificato se i due casi di positività fossero legati al cast o allo staff.

“Bridgerton” è stata una delle tante serie colpite dal virus, nel Regno Unito. Altra “vittima” degna di nota, la serie prequel di “Game of Thrones” dal titolo “House of the Dragon”.

Bridgerton: cresce l’attesa per la seconda stagione

Dopo aver battuto tutti i record di spettatori su Netflix, Van Dusen avverte un po’ di pressione. Lo showrunner passerà il testimone a Jess Brownell per le stagioni 3 e 4, ma per ora prova a tenere tutto sotto controllo.  

“La pressione c’è sempre stata, fin dall’inizio, visto che si trattava di una serie ispirata a romanzi molto amati”, ha detto ancora Van Dusen. “Io accolgo con favore la pressione e dico di mantenerla. Ha funzionato per la prima stagione e spero che la gente ami questa stagione più della prima”, ha concluso.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata