Il leader leghista: "Non do etichetta di colpevole a differenza della sinistra"

“Fino a prova contraria in Italia si è innocenti fino al terzo grado di giudizio. Se qualcuno ha sbagliato e ha sulla coscienza tanti morti, è giusto che paghi ma l’etichetta di colpevole non la do a nessuno a differenza di quanto fa a volta la sinistra”. Così il leader della Lega Salvini dopo la sentenza sull’ex Ilva di Taranto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata