Il ministro delle Imprese e del Made in Italy in un punto stampa a Bruxelles

Adolfo Urso, in un punto stampa all’Eurocamera a Bruxelles, ha parlato dell’Inflation Reduction Act adottato dagli Stati Uniti. Un pacchetto legislativo di circa 400 miliardi di dollari che dal primo gennaio 2023 agevolerà imprese e famiglie nella transizione green, cercando di convincerli a tornare a investire negli Usa. “La risposta” all’IRA “non poteva essere e fortunatamente non sarà quella di aprire una nuova guerra dei confronti degli Stati Uniti. Perché quella risposta avrebbe diviso e spaccato l’Occidente nel momento stesso in cui l’Occidente è impegnato, unito come non mai, nel fronteggiare la guerra della Russia in Ucraina”, ha detto il ministro delle Imprese e del Made in Italy. “Ma al tempo stesso la risposta non può essere quella di liberare soltanto le mani degli Stati europei (sugli aiuti di Stato) perché altrimenti non spaccheremmo solo l’Occidente, ma spaccheremo l’Europa tra chi può e chi non può. Non ce lo possiamo permettere”, ha continuato Urso aggiungendo: “La risposta deve essere comune. Una risposta di alto profilo, assertiva, attiva, che impegni risorse comuni europee e quindi non soltanto il Fondo sovrano che si vuole realizzare attorno alla Banca europea per gli investimenti”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata