L'ex presidente è accusato di alto tradimento: "E' falso"

(LaPresse) – L’ex presidente ucraino Petro Poroshenko è tornato a Kiev con un volo proveniente dalla Polonia per presenziare all’udienza del tribunale nel procedimento nel quale è accusato di alto tradimento per presunta fornitura illegale di carbone dai territori del Donbass, occupati dai separatisti filorussi. I ribelli pro-Cremlino avrebbero beneficiato di finanziamenti. L’ex capo dello Stato, storicamente su posizioni filo-Ue ed attualmente deputato, ha definito le accuse totalmente false e politicizzate, puntando il dito contro l’attuale presidente Vladimir Zelensky. “Torno per proteggere l’Ucraina da una leadership incompetente e da aggressioni esterne”, ha affermato il magnate.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata