Manifestazioni contro la destituzione del presidente Vizcarra: la polizia spara gas lacrimogeni sulla folla

(LaPresse) Proseguono nel Perù le violente manifestazioni antigovernative in seguito alla destituzione del presidente Martín Vizcarra, sottoposto a impeachment dal Parlamento dopo essere stato accusato di aver ostacolato un'indagine per corruzione nei suo confronti. Almeno tre persone, tra le quali due studenti universitari, sono morte negli scontri con la polizia, che non ha esitato a sparare gas lacrimogeni sulla folla. Oltre 60 i feriti, mentre non si conosce il numero preciso dei manifestanti arrestati. Intanto le tensioni nel Paese, che durano ormai da diversi giorni, hanno fatto salire a 13 (su 18) i ministri del governo che hanno rassegnato le dimissioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata