Il presidente del consiglio Regionale: "Violenza contro una donna è un atto contro l’umanità"

Il Consiglio regionale del Lazio ha ospitato oggi in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, un convegno ricco di interventi tecnici e politici. “Un atto di violenza contro una donna è un atto contro l’umanità”, ecidenzia il presidente del Consiglio regionale Marco Vincenzi in apertura, dopo aver ringraziato gli ospiti assicurando l’impegno della Regione nello sforzo di prevenire e contrastare ogni fenomeno di violenza contro le donne. Alle istituzioni il compito di tradurre queste ricorrenze “in politiche concrete”, spiega la ministra per le pari opportunità Elena Bonetti. Anche per questo, prosegue, il governo intende rendere permanenti gli stanziamenti previsti sul tema.Tante voci si succedono in una mattina di confronto: a parlare, tra gli altri, il presidente della prima sezione penale della Corte di appello di Roma Tommaso Picazio, il prefetto vicario di Roma Raffaella Moscarella, il procuratore capo di Tivoli Francesco Menditto, e i rappresentanti delle associazioni che proprio di donne vittime di violenza si occupano.Nel suo saluto finale, il vicepresidente della Regione Daniele Leodori ricorda le numerose iniziative della Regione in questo campo, ultimo, pochi giorni fa, il rifinanziamento del fondo per il contrasto alla violenza. Tuttavia “molto ancora c’è da fare”, riconosce. La strada è lunga e va percorsa ogni giorno dell’anno, perché il 25 novembre sia solo una tappa di un viaggio lento ma costante, verso una società davvero paritaria e giusta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata