L'operazione è stata denominata 'Fake Travel'

(LaPresse) La polizia postale ha fermato un gruppo criminale dedito alle truffe online a livello internazionale con illeciti profitti per migliaia di euro riciclati in conti svizzeri e statunitensi. Denunciati 4 italiani, di cui due residenti all’estero. Oltre 80 aziende truffate in sei mesi: le cifre sottratte arrivavano a mezzo milione di euro. Le società venivano contattate per fittizi accordi commerciali da stipulare con altre società statunitensi. Venivano anche convinte della necessità di acquistare voli “aperti” all'estero per poter consolidare gli accordi: gli importi dei voli variavano dai 3.000 euro ai 13.000 e venivano bonificati su vari conti aperti di alcuni istituti di credito statunitensi. L'operazione è infatti stata denominata 'Fake Travel'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata