Mercoledì 08 Giugno 2016 - 07:45

Trump fa il pieno: vittorie anche in California e New Jersey

Il tycoon stravince e lancia la sfida a Clinton

Donald Trump in campagna elettorale in California

Super Tuesday vincente per il il futuro candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti  Donald Trump, ha vinto le primarie oggi in New Jersey, New Mexico e South Dakota, California e Montana, stando alle proiezioni da parte dei media. Come nei sondaggi nelle ultime settimane, Trump ha gareggiato nelle primarie, senza rivali a seguito delle dimissioni di Ted Cruz e John Kasich all'inizio di maggio. Il tycoon ha così incassato la vittoria nello stato "urbano" del New Jersey, e in New Mexico e Sud Dakota, dove Trump probabilmente avrebbe avuto vita più difficile se gli avversari avessero continuato la corsa, specialmente Ted Cruz, che era particolarmente forte negli stati marcatamente conservatori e rurali come il Sud Dakota. Per Trump è arrivata la vittoria anche in Montana e soprattutto in California con una schiacciante vittoria, certificando, di fatto, il futuro confronto con la democratica Hillary Clinton nelle elezioni presidenziali di novembre.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Olanda, accoltellamento a Maastricht: almeno due morti

Diverse persone ferite nella città al confine tra Belgio e Olanda. Non si sa se si tratta di terrorismo

Francia, treno travolge scuolabus vicino a Perpignan

Francia, scontro treno-scuolabus vicino Perpignan: morti quattro adolescenti

Il pullman che trasportava i ragazzini dal liceo di Millas spaccato a metà nell'impatto, come feriscono alcuni testimoni

Campagna di Russia

La ritirata di Russia 75 anni fa: 100mila soldati non tornarono

"Solo a piedi, sempre a piedi, con un freddo terribile", ricorda ancora oggi l'allora giovane sottotenente della divisione Ravenna Guido Placido

Putin e Erdogan in conferenza stampa a Ankara

Putin si presenta come candidato migliore: Opposizione destabilizzerebbe

Il presidente russo spera nel sostegno di più di un partito politico