Sabato 11 Novembre 2017 - 13:45

Torino, studentessa denuncia: "Io insultata e presa a calci sul bus per il colore della mia pelle"

La ragazzina italo-africana, promessa del basket, si è rivolta ai carabinieri per le offese ricevute. La sindaca Appendino: "Nessuna tolleranza verso il razzismo"

"Appena salita sul bus, un uomo sui sessant'anni, senza motivo, mi ha sferrato un forte calcio al ginocchio. Mi sono spostata, ho tentato di far finta di nulla, ma quell'uomo continuava a fissarmi. Mi ha detto: 'è inutile che tu vada a scuola, tanto finirai sulla strada. Torna al tuo Paese...". Èil racconto di una studentessa di 15 anni e promessa del basket che ha denunciato ai carabinieri di essere stata insultata e picchiata su un bus a Torino per il colore della sua pelle.

I carabinieri di Grugliasco stanno accertando i fatti. La giovane è figlia di un uomo originario di un Paese africano e mamma italiana.

La giovane ha raccontato che quella mattina, come sempre, stava andando a scuola, con lo zaino sulle spalle e cuffiette alle orecchie. Ma una volta salita sul bus prima ha ricevuto il calcio e poi gli insulti razzisti. Intorno nessuno è intervenuto. Quando la giovane è arrivata a scuola è scoppiata a piangere e, sostenuta dal presidente della squadra di basket per cui gioca, ha deciso di denunciare l'episodio.

Sul caso è intervenuta la sindaca di Torino, Chiara Appendino: "

Il razzismo non può trovare nessuno spazio e nessuna tolleranza. La città di Torino è vicina alla ragazza insultata ieri mattina. Mi auguro che le autorità risalgano presto al responsabile". ha scritto su Facebook

   

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Quattro letti e gamberetti a pranzo: il gatto Gerry eredita 30mila euro

Il felino è stato citato nel testamento della sua anziana padrona. Ora i familiari della donna dovranno provvedere al "mantenimentodel suo benessere"

Vento fino a 200 km/h: due morti e due feriti, disagi in tutta Italia

Sono stati 1226 gli interventi dei vigili del fuoco per alberi sradicati. Difficili i collegamenti con le isole minori della Toscana

Napoli, processo Silvio Berlusconi  per corruzione

Caso Consip, archiviate indagini su Woodcock e Sciarelli

Il pm era indagato per falso e, insieme alla giornalista, per rivelazione del segreto d'ufficio. Continuano le indagini su altre 12 persone

Sentenza processo Emilio Fede

Avvocatessa col velo cacciata dall'aula del Tar di Bologna

Aveva il volto scoperto. Le è stato impedito di seguire il processo. Origini marocchine, da 25 anni in Italia dove si è laureata: "Non mi era mai successo"