Giovedì 20 Ottobre 2016 - 12:30

Roma-Austria Vienna, arrestati per rissa aggravata 5 tifosi

Questa mattina, inoltre, un autobus di 50 tifosi austriaci considerati a rischio e' stato intercettato dalla polizia stradale in autostrada

Roma-Austria Vienna, arrestati per rissa aggravata 5 tifosi

 E' di 5 arrestati per rissa aggravata e uno per lesioni a pubblico ufficiale, il bilancio dei controlli disposti con ordinanza di servizio della Questura di Roma in vista dell'incontro di Europa League tra Roma e Austria Vienna in programma oggi allo stadio Olimpico. Questa mattina, inoltre, un autobus di 50 tifosi austriaci considerati a rischio e' stato intercettato dalla polizia stradale in autostrada dopo che questi avevano commesso furti e danneggiamenti presso un'area di servizio nei pressi di Fabro. Sull'autobus sono in atto controlli presso il centro di foto-segnalamento di via Patini. Dal primo pomeriggio saranno rafforzati i controlli nell'area di Piazza di Spagna dove non saranno consentiti assembramenti di tifosi molesti e la presenza di persone in stato di ubriachezza o in possesso di bevande alcoliche. Con provvedimento prefettizio e' stato infatti previsto che le bevande possono essere consumate solo nei locali e quindi non e' consentito portare in strada bottiglie o altri contenitori. In campo 4 specialisti della Polizia austriaca a supporto della DIGOS romana. L'appuntamento per i tifosi austriaci e' a piazzale delle Canestre da dove, a bordo di navette, potranno raggiungere lo stadio.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Continuano le indagini sullo scandalo alimentare delle uova contaminate con l'insetticida Fipronil

Uova contaminate, migliaia sequestrate ad Ancona e Viterbo

Si aggiungono a quelli già comunicati dal Ministero della Salute

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2