Martedì 12 Aprile 2016 - 15:45

Panama Papers, Cia usava servizi Mossack Fonseca

Ecco l'ultima scottante rivelazione resa pubblica dalla Süddeutsche Zeitung

Panama Papers, Cia usava servizi Mossack Fonseca

La Cia ha utilizzato i servizi dello studio legale Mossack Fonseca per mascherare le proprie azioni. È l'ultima rivelazione tratta dai Panama Papers resa pubblica dalla Sueddeutsche Zeitung. Secondo il quotidiano tedesco, gli agenti avrebbero fondato società di comodo per operazioni coperte, in modo da agire indisturbati. Tra queste, anche il cosiddetto Irangate, tra il 1985 e il 1986, che coinvolse vari alti funzionari e militari dell'amministrazione dell'allora presidente Usa, Ronald Reagan, accusati dell'organizzazione di un traffico illegale di armi con l'Iran, su cui vigeva l'embargo.

"I Panama Papers - scrive Sueddeutsche Zeitung - forniscono una nuova visione negli affari di una decina i personaggi ambigui che da decenni sono sospettati di agire nel circuito del servizio di sicurezza. Molti avrebbero aiutato la Cia, anche se gli interessati smentiscono".

LEGGI ANCHE Panama Papers, i primi 100 nomi italiani pubblicati da l'Espresso

LEGGI ANCHE Panama Papers, Cameron riferisce oggi in Parlamento

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Puigdemont: "Il peggior attacco dalla dittatura di Franco"

Dura la reazione del governatore dopo il commissariamento della regione

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Repubblica Ceca verso destra: vince Babis, il 'Trump di Praga'

Avanza il partito xenofobo Spd che vuole uscire dall'Ue, crollano i socialdemocratici del Cssd

Barcellona, in migliaia manifestano contro il governo

Catalogna, Rajoy destituisce Puigdemont. In 450mila scendono in piazza a Barcellona

Il governo di Madrid applica l'articolo 155 della Costituzione: ora la palla passa al Senato

Trump annuncia: "Divulgherò documenti segreti su John F. Kennedy"

Trump annuncia: "Divulgherò documenti segreti su John F. Kennedy"

Poche ore fa il sito Politico citava fonti ufficiali secondo cui il presidente aveva in programma di bloccare la pubblicazione, ma il nuovo tweet smentisce questa versione