Sabato 29 Ottobre 2016 - 11:45

Lecco, crolla cavalcavia. Si indaga sulle responsabilità del disastro

La chiusura della strada sarebbe avvenuta con tre ore di ritardo

Crollo del cavalcavia sulla SS36 a Annone Brianza

Si lavora a pieno ritmo sulla superstrada Milano-Lecco, dove ieri sera, all'altezza di Annone Brianza, è crollato un cavalcavia, facendo precipitare sulla strada sottostante un tir di 108 tonnellate che ha travolto diverse auto che in quel momento stavano passando. Il bilancio è stato di un morto, un automobilista 68enne di Civate rimasto schiacciato nella sua vettura, e quattro feriti: il conducente del tir che ha riportato traumi al torace e altre tre persone, tra le quali anche una bambina. Questa mattina i vigili del fuoco e tecnici dell'Anas e la polizia stradale hanno iniziato a tagliare in più parti la campata del cavalcavia, per poi poter rimuovere le macerie. Nel frattempo la Procura di Lecco ha aperto un fascicolo per cercare di chiarire le responsabilità a monte del tragico incidente.

Loading the player...

L'allarme era stato lanciato almeno 3 ore prima del disastro da alcuni tecnici di Anas, preallertati dalla Polstrada che aveva notato dei calcinacci lungo la superstrada. A causa, pare, di problemi burocratici tra l'Anas e la Provincia di Lecco su chi e in che modo si dovesse intervenire, il cavalcavia è rimasto aperto, per poi sgretolarsi sotto il peso di un tir con rimorchio, che trasportava un carico di tubi d'acciaio.

Il cavalcavia era stato realizzato negli anni '60 dalla Provincia di Lecco, che si è dichiarata competente solo per quanto riguarda l'asfalto, attribuendo all'Anas la responsabilità della manutenzione della struttura. Anas, invece, ha spiegato di aver contattato gli addetti alla mobilità della Provincia, sollecitandoli a chiudere immediatamente la strada provinciale nel tratto del cavalcavia. La Provincia a sua volta avrebbe chiesto un'ordinanza da parte dell'Anas e alla fine si sarebbe trovato l'accordo, ma non ababstanza in fretta per evitare il disastro. Il crollo, infatti, sarebbe avvenuto proprio mentre ci si stava attrezzando per bloccare l'accesso al cavalcavia da parte di auto e camion. Adesso sarà compito della procura di Lecco e del ministero dei Trasporti, come preannunciato dal ministro Delrio, fare luce sulla vicenda. Nel frattempo, la viabilità sulla superstrada, sempre molto affollata, rimane interrotta e il traffico viene deviato su strade secondarie.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Maturità, al via la terza prova: oggi l'incognita 'quizzone'

Maturità, al via la terza prova: oggi l'incognita del 'quizzone'

Diverso da scuola a scuola, il test è l'ultimo passo prima degli orali

Pioggia in centro a Milano

Allerta maltempo: dopo il caldo, al Nord arrivano i temporali

Il Sud ancora nella morsa dell'alta pressione africana

Lara, la foreign fighter italiana che si faceva chiamare Khadija

Lara, la foreign fighter italiana che si faceva chiamare Khadija

La 26enne è stata arrestata ad Alessandria per terrorismo