Lunedì 28 Novembre 2016 - 12:45

Crollano le nascite: nel 2015 quasi 17mila nati in meno

Dati Istat confermano il trend che riguarda coppie di genitori italiani

 Crollano le nascite: nel 2015 quasi 17mila nati in meno

Nel 2015 sono stati iscritti in anagrafe per nascita 485.780 bambini, quasi 17mila in meno rispetto al 2014. Lo rileva l'Istat, segnalando che rispetto al 2008 i nati in meno sono 91mila. Un calo attribuibile principalmente alle coppie di genitori entrambi italiani: i nati da questa tipologia di coppia scendono a 385.014 nel 2015 e risultano oltre 95 mila in meno negli ultimi sette anni. Ciò, spiega l'istituto, avviene perché le donne italiane in età riproduttiva sono sempre meno numerose e allo stesso tempo mostrano una propensione ad avere figli sempre più bassa.

Calano però, per il secondo anno consecutivo, anche i nati con almeno un genitore straniero, che nel 2015 sono 100.766 (20,7% del totale dei nati), rispetto ai 104.056 del 2014. Così come i nati da genitori entrambi stranieri, che nel 2015 sono 72.096, quasi tremila in meno rispetto al 2014. In leggera flessione anche la loro quota sul totale delle nascite (pari al 14,8%).

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nuova operazione Carabinieri palazzi Athena Zingonia

Mafia, parla nuovo pentito. Cinque arresti: c'è anche il figlio dell'autista di Riina

Per gli inquirenti è il nuovo "reggente" del mandamento di San Lorenzo ed è accusato di diverse estorsioni

Maltempo a Roma

Meteo, fine settima variabile: vento forte e neve abbondante sulle Alpi

Le temperature saranno altalenanti: in calo sabato, in temporaneo rialzo domenica, torneranno a diminuire ancora nella giornata di lunedì

Salute, brusco aumento dei casi di influenza: in oltre 2 milioni a letto

Non solo la spremuta d'arancia, tutti i rimedi della nonna contro l'influenza

Gli agricoltori svelano i segreti per curare i malanni di stagione

Questura Milano - Arrestati tre italiani per spaccio, detenzione di armi e ricettazione

Dalla droga alla prostituzione, gli italiani spendono 19 miliardi in attività illegali

E il valore è aumentato negli ultimi 4 anni. La Lombardia è la regione con più elevato numero di segnalazioni