Il ceo di BioNTech Sahin: "Fiduciosi di efficacia vaccino su mutazione"

Pfizer e Moderna stanno testando i loro vaccini contro il coronavirus sulla nuova variante rintracciata nel Regno Unito. Lo riporta Cnn. “Sulla base dei dati ricavati fino a oggi, ci aspettiamo che l’immunità indotta dal vaccino Moderna protegga contro le varianti recentemente rintracciate nel Regno Unito; effettueremo ulteriori test nelle prossime settimane per confermare questa aspettativa”, scrive Moderna in una nota. Pfizer ha riferito che ora sta “producendo dati” su quanto bene i campioni di sangue di persone immunizzate con il suo vaccino “potrebbero essere in grado di neutralizzare il nuovo ceppo dal Regno Unito”.

Intanto l’amministratore delegato e co-fondatore di BioNTech, Ugur Sahin, si è detto fiducioso del fatto che il vaccino sia efficace contro la variante di Covid-19 rintracciata nel Regno Unito. “Al momento – ha spiegato – non sappiamo se il nostro vaccino è anche in grado di fornire protezione contro questa nuova variante”, ma poiché le proteine sulla variante sono al 99% le stesse dei ceppi prevalenti, BioNTech ha “fiducia scientifica” nel vaccino.

Sahin ha riferito che BioNTech sta attualmente conducendo ulteriori studi e spera di avere certezza nelle prossime settimane. “La probabilità che il nostro vaccino funzioni è relativamente alta”, ha aggiunto. Il farmaco di BioNTech, sviluppato insieme alla casa farmaceutica statunitense Pfizer, è autorizzato all’uso in più di 45 paesi, inclusi Gran Bretagna, Stati Uniti e Unione Europea. Nel caso in cui il vaccino contro il coronavirus dovesse essere adattato per la nuova variante, BioNTech potrebbe fornirlo in circa 6 settimane, ha fatto sapere Sahin. A questo punto però il farmaco dovrebbe essere approvato dai diversi enti regolatori prima di potere essere utilizzato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata