Washington (Usa), 23 mar. (LaPresse) – Credit Suisse e Ubs sono tar le banche finite nel mirino del dipartimento della Giustizia Usa nell’ambito di un’indagine che punta a chiarire se alcuni operatori finanziari abbiano aiutato gli oligarchi russi ad eludere le sanzioni imposte dall’Occidente. Lo riporta Bloomberg, riferendo che le due banche svizzere rientrerebbero tra quelle per le quali le autorit√† Usa hanno inviato una serie di richieste di chiarimenti. Le operazioni in questione, riferisce l’agenzia, sarebbero precedenti alla recente acquisizione di Credit Suisse da parte di Ubs.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata