Zverev, numero 4 del ranking Atp, passa ai quarti

Frenesia, mancanza di freddezza e lucidità nei momenti topici del match fermano la corsa di Jannik Sinner agli Us Open. Il talento della Next Gen lotta, combatte, si aggrappa ai suoi colpi migliori resuscitando dai suoi stessi errori, ma alla fine cede agli ottavi al tedesco Alexander Zverev, numero 4 del ranking Atp, lasciando sull’asfalto dell”Arthur Ashe’ una leggera scia di rimpianti.

Per il ragazzo di Amburgo è la la 15esima vittoria consecutiva, per il ventenne di Sesto Pusteria una sconfitta dopo dopo due ore e 25 minuti di partita che brucia, per come è maturata, ma che servirà a crescere ancora. L’azzurro nei primi due set ha sofferto l’avversario ma nella terza frazione, quando sembrava tutto già scritto, ha mostrato un carattere e una forza di reazione talmente veemente da credere alla grande rimonta. Sarà per la prossima volta.

sinner

Jannik Sinner si congratula con il vincitore del match

Nel primo set ha dovuto annullare una palla-break già nel terzo gioco per poi cedere la battuta al quinto game. Jannik è rimasto agganciato al tedesco fino al 5-4, ma in quello successivo il tedesco ha chiuso 6-4. Il secondo parziale è apparso più equilibrato con entrambi i giocatori impegnati a difendere i rispettivi turni di servizio. Fino al nono gioco, quando Sinner si è ritrovato sotto 0-40: ha recuperato, salvato una quarta palla-break, ma non la quinta. Zverev ha sprecato un primo set-point con un doppio fallo, ma sul secondo l’azzurro ha piazzato una volée alta che ha firmato il 6-4.

Nel terzo set Sinner ha subito regalato a Zverev il break nel terzo gioco ma ha continuato a lottare rimettendosi in carreggiata passando anche in vantaggio 5-4. Nel dodicesimo gioco il tedesco ha annullato due ste point consecutivi all’altoatesino, Jannik ha cancellato con un dritto incrociato la palla del sei pari ma poi è stato tie break. Sinner ha provato l’allungo, si è procurato altri due set-point (sul 6 a 4) ma il tedesco li ha annullati (6 a 6), se ne è procurato un terzo – il quinto complessivo – sul 7 a 6, ma ‘Sascha’ non ha ceduto alla tensione e si è aggiudicato gli ultimi tre punti. Su un diritto incrociato dell’azzurro finito in rete ha poi chiuso il match 9-7.

L’azzurro era alla sua terza partecipazione al tabellone principale, e al terzo ottavo di finale in carriera in un Major (il primo a New York) dopo quelli al Roland Garros 2020 e 2021. Contro Zverev ha cercato di non arrendersi fino all’ultimo. Ci proverà la prossima volta. L’età è dalla sua parte. “Non è stato facile, felice di essere ai quarti. Sinner ha giocato bene nel terzo set e mi ha reso la vita difficile. Se ho la medaglia d’oro di Tokyo con me? Sì, non ho la fidanzata e dunque la medaglia sopperisce. Lo faccio per ricordarmi quello che è successo il mese scorso”, ha dichiarato Zverev, alla settima partecipazione a New York, dove lo scorso anno ha raggiunto la finale.

Djokovic affronterà Berrettini

Novak Djokovic ha battuto lo statunitense Jenson Brooksby agli Us Open con il punteggio 1-6, 6-3, 6-2, 6-2. Affronterà l’italiano Matteo Berrettini, ai quarti di finale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata