Nel Gran Premio di casa il monegasco si piazza davanti a tutti sulla griglia di partenza. Solo quarto Verstappen

Un sogno tutto ‘rosso’. La Ferrari gioca bene alla roulette di Montecarlo, non si fa sorprendere e si costruisce il suo sabato perfetto portando i suoi due piloti in prima fila sulla pista più iconica e glamour del circus. Tra le stradine di casa sua, Charles Leclerc si conferma una ‘macchina’ perfetta, capace di dipingere traiettorie impossibili per chiunque piazzando la sua quinta pole stagionale, una delle più convincenti della sua carriera. La F1-75 vola che è una meraviglia e spinge anche Carlos Sainz per un ‘uno due’ che promette bene per il Gp. L’ottimismo è suffragato dalla storia. Anche nel 2017 ci fu la doppietta Ferrari a Montecarlo in qualifica con Raikkonen e Vettel a contendersi poi la vittoria finale, andata al tedesco davanti al finnico. Le possibilità di replicare quel week-end ci sono dunque tutte. A Montecarlo, infatti, i sorpassi sono rari e scattare davanti pesa moltissimo in vista della gara. Serve però adesso la zampata finale e completare l’opera domenica. Tutto dipenderà dalle insidie del tracciato, che potrebbero aumentare a causa dell’annunciata pioggia che rischia di sparigliare le carte. Ma le rosse appaiono talmente sicure di sè da non crearsi particolari allarmismi.

Come nella passata stagione la pole di Leclerc è arrivata prima che si concludessero le qualifiche,. Allora fu il monegasco a cozzare contro le barriera pregiudicando di fatto la gara della domenica, alla quale non prese parte per i danni alla vettura. Stavolta è stato Sergio Perez, nel tentativo di strappare la pole al ferrarista, a cozzare a pochi minuti dalla fine, con un incidente nella curva che immette sul rettilineo del tunnel. La sua Red Bull ha sbandato verso sinistra e colpito le barriere. Bandiera rossa a 30 secondi dalla fine e sessione che non è più ripartita. Sainz, che era lanciato per provare a scalzare il compagno di squadra, ha evitato il messicano per un niente. Lo spagnolo ha visto le bandiere gialle all’ultimo, ha frenato e si è intraversato finendo anche lui in testacoda, colpendo con la sua posteriore sinistra la Red Bull che era rimasta in mezzo alla strada. Fortunatamente danni minimi alla ‘rossa’ dello spagnolo, sfortunato proprio come lo scorso anno, quando dovette abortire la sua qualifica per l’incidente di Leclerc.

Il monegasco fatica a nascondere la sua gioia: “Una pole position molto speciale, sono davvero felice. Il weekend è andato molto liscio finora. Sapevo di avere il passo, dovevo solo portare a termine il lavoro. La macchina mi ha dato grandi sensazioni ed è fantastico avere Carlos in prima fila”. Le condizioni meteorologiche non lo preoccupano: “Con l’asciutto sarà più prevedibile, ma qualunque cosa accada saremo competitivi”. Già, è una ‘rossa’ che regala fiducia. Le Red Bukla, appaiate in seconda fila, con Perez davanti a Verstappen, sono costrette a inseguire. Chi invece arranca è Hamilton con la sua Mercedes sobbalzante. Dietro la McLaren di Lando Norris, c’è George Russell (sesto), che ha fatto meglio del sette volte campione del mondo, che scatterà dall’ottava piazza preceduto da Fernando Alonso con l’Alpine, anche lui andato a sbattere negli ultimi minuti delle qualifiche.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag:,