La veterana e la 24enne si esibiranno in coppia: "Siamo le più spudorate del Festival"

Promettono che il loro ingresso sul palco dell’Ariston sarà “una botta di energia”, con un brano, ‘Chimica’ che già sta facendo parlare di sé per il testo esplicito e senza ‘peli sulla lingua’. Ditonellapiaga e Donatella Rettore presentano la loro partecipazione al 72esimo Festival della Canzone italiana mostrandosi molto affiatate e pronte alla ‘battaglia’ sanremese. “Le voglio bene, mi sono affezionata, le chiedo anche consigli”, dice Rettore parlando di Margherita Carducci, vero nome di Ditonellapiaga, 24enne di talento che si dice “onorata” di cantare al fianco di una veterana importante come lei. “Penso che a fianco a me – spiega la giovane artista – ci sia una persona molto amorevole, c’è stata subito una grande forza d’amore che mi ha avvolta”.

Sul brano in gara e sulla loro performance, Rettore promette: “Vi dovete aspettare lo spettacolo, una botta di allegria, energia, in fondo siamo le più ‘spudorate’ del Festival”. “Sarà una grande botta di energia”, aggiunge Ditonellapiaga, mentre Rettore sottolinea: “L’orchestra è bravissima, ma il mio applauso principale va al coro, che è decimato, perché erano in sei e ora a causa del Covid sono in tre, speriamo nella negativizzazione. E l’orchestra su ‘Chimica’ suona davvero scatenata”. Nel testo c’è un riferimento alle suore che potrebbe far discutere, ma l’artista minimizza: “Io sono stata tirata su dalle suore, a suon di ceffoni ma anche carezze e consolazioni. Da loro ho imparato tante cose, che ora ho dimenticato. Nella mia vita ci sono state tante suore, una in particolare molto positiva per me, suor Esterina”.

Le due cantanti non svelano ancora nulla sul brano scelto per la serata delle cover, che però, anticipa Rettore, “potrebbe essere un antesignano di ‘Chimica'”. Poi parlano del loro affiatamento e della scelta di partecipare insieme: “Questo nostro incontro serve perché i giovani in questo periodo hanno perso due anni fondamentali della loro vita e della loro giovinezza”, sottolinea Rettore. “Glieli vogliamo ridare, vogliamo ridargli un guizzo di spensieratezza, di felicità, buttare via queste mascherine, ma prima di tutto vaccinarsi. Vaccinatevi, e mi scuso con quelli che sono contrari ma capite la situazione, è l’unico modo di tornare a vivere”.

Il rapporto è intenso, e si vede: “Penso che consigli possa darne molto più lei a me, è molto preparata, è laureata al Dams, continua a studiare, a differenza di me che sono sempre stata una cialtrona”, dice Rettore, e Ditonellapiaga replica: “Tu sei punk. Le età sono invertite, è lei la 24enne”.

Le artiste arrivano al Festival con l’intenzione di dare una scarica di energia, e sono certamente tra le outsider di questa edizione. A chi ricorda loro che quest’anno chi vincerà avrà l’Eurovision ‘in casa’, a Torino, rispondono ‘spaesate’: “Non riesco ancora a pensarci, ci si arriva per gradi”, dice Rettore. E Ditonellapiaga conclude: Sarebbe un onore. Ma non ci pensiamo perché porta sfortuna”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata