Storie di donne coraggiose e amicizia: i film al cinema dal 6 dicembre

Il documentario sul premio Nobel Nadia Murad, la storia della scrittrice Colette e l'horror "La casa delle bambole - Gosthland": tutte le nuove uscite nelle sale italiane

 

Bambole inquietanti, cartoni per i più piccoli e storie vere di donne coraggiose: ecco tutte le uscite nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 6 dicembre.

Colette - Keira Knightley entra nei panni di Colette, scrittrice francese considerata fra le maggiori figure della prima metà del XX secolo. Nella Parigi libertina della Belle Époque, Colette si ispirò alla passionale vita coniugale, agli intrighi e ai tradimenti di cui era circondata per una serie di racconti autobiografici aventi come personaggio principale quello di Claudine, che si inserì subito nell'immaginario pop delle signore francesi. Lo straordinario successo letterario venne però attribuito al marito di lei, fino a quando non sarà costretto a rinunciare ai diritti sulle opere. A dirigere il film biografico è Wash Westmoreland, che ne scrisse anni fa la sceneggiatura insieme a Richard Glatzer, suo marito e collega, deceduto nel 2015 per complicanze legate alla Sclerosi laterale amiotrofica. I due sono stati autori di Still Alice, che valse l'Oscar a Julianne Moore.

Il castello di vetro - Già un libro di successo, ora la storia vera della scrittrice e giornalista Jaenette Walls diventa anche un film. La sua è stata un'infanzia particolare, in una famiglia che oggi si chiamerebbe disfunzionale. Il padre, Rex, poliedrico, bizzarro e di grande intelligenza, non riesce a tenersi né lavoro né soldi per via dell'alcol. Perde al gioco e costringe tutti a una vita da nomadi per fuggire dai creditori. La madre, Rose Mary, artista e insegnante, è insofferente a qualsiasi responsabilità e sostiene che i bambini debbano cavarsela da soli, che si tratti di procurarsi il cibo, il necessario per scaldarsi o rammendarsi i vestiti per non andare in giro con i buchi. La quotidianità dei fratelli Walls è un bizzarro melange di meraviglia, funambolismo e tragedia. Nel cast Brie Larson, Woody Harrelson e Naomi Watts.

Alpha - Un'amicizia forte come la vita - Un viaggio attraverso la Preistoria condiviso da un ragazzo, Keda, e da un lupo. I due entrano in contatto quando sono entrambi feriti e imparano a contare l'uno sull'altro per sopravvivere. Inizia un rapporto di amicizia, che si approfondisce nel viaggio verso casa, che cambia il concetto di preda e predatore.

La casa delle bambole - Ghostland - Un horror prodotto da Canada e Francia con protagonista una ragazza con la passione per Lovecraft e i racconti dell'orrore. Legge e scrive storie horror: una passione che la sorella maggiore Vera non apprezza e che la mamma invece incoraggia. Quando le tre si trasferiscono nella isolata e spettrale casa della defunta zia Clarissa, piena di bambole, gli incubi rischiano di diventare realtà.

In programma due documentari italiani: Sulle sue spalle e Santiago, Italia. Il primo, diretto da Alexandria Bombach, racconta la storia di Nadia Murad, giovanissima premio Nobel 2018 per la Pace, sopravvissuta a soli vent'anni a un attacco Isis che ha distrutto la sua famiglia e gran parte della popolazione della sua città natale, Sinjar, in Iraq. Ridotta in schiavitù sessuale dall'Isis, come migliaia di altre ragazze e donne della sua comunità, è stata trattenuta per tre mesi a Mossul nel 2014 prima di riuscire a fuggire. "La prima cosa che hanno fatto è stata costringerci a convertirci all'Islam", raccontava due anni fa, "poi, hanno fatto tutto quel che hanno voluto". Ambasciatrice Onu per la dignità delle vittime del traffico di esseri umani dal 2016, Murad milita perché le persecuzioni contro gli yazidi siano riconosciute come genocidio. Diretto da Nanni Moretti, Santiago, Italia racconta il ruolo svolto dall'ambasciata italiana a Santiago, che diede rifugio a centinaia di oppositori del regime del generale Pinochet.

Escono anche due commedie di impegno sociale. Non ci resta che vincere, di produzione spagnola, e La prima pietra, made in Italy. Il primo riesce a far ridere e pensare sul tema della disabilità. Il protagonista è il viceallenatore della più importante squadra di basket spagnola, che riscopre la passione per lo sport iniziando ad allenare una squadra di giovani disabili. La prima pietra è il nuovo lungometraggio di Rolando Ravello con Corrado Guzzanti, Kasia Smutniak e Iaia Forte. Uno spaccato ironico e intelligente sulle diversità e l'accettazione della nostra società. Un bambino musulmano provoca un incidente che crea un dibattito acceso sull'attesa recita di Natale della scuola. 

La strega Rossella e Bastoncino - Il primo è stato prodotto nel 2012, il secondo nel 2015: ora, a distanza di sei e tre anni, arrivano nei cinema italiani. Si tratta di La strega Rossella e di Bastoncino, due cartoni animati britannici, della durata di 26 minuti l'uno, destinati ai più piccoli. In sala saranno presentati insieme, essendo entrambi tratti dagli omonimi e fortunati libri per bambini scritti da Julia Donaldson e illustrati da Axel Scheff. La strega Rossella con l'animo gentile e il cuore pronto a condividere la sua scopa voltante con gli amici animali è protagonista del film diretto a quattro mani da Jan Lachauer e Max Lang, ispirato al libro del 2001. Bastoncino, invece, un rametto coraggioso disposto a tutto pur di tornare dalla sua famiglia, è il personaggio principale della seconda storia, diretta da Jeroen Jaspaert nel 2008.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata