Terrore, pregiudizi e sette sconosciuti: i film al cinema da giovedì 25 ottobre

Il ritorno di Jamie Lee Curtis nella saga di "Halloween", il film d'apertura della Festa del cinema di Roma e tante commedie: tutte le nuove uscite nelle sale italiane

 

7 sconosciuti a El Royale - Ha aperto la tredicesima edizione della Festa del cinema di Roma e ora arriva nelle sale. Scritto e diretto da Drew Goddard, 7 sconosciuti a El Royale ha un titolo che già riassume la trama. Sette sono infatti i protagonisti di questo thriller: ognuno con un passato da nascondere e un segreto da proteggere, si incontrano al motel El Royale sul lago Tahoe, al confine tra California e Nevada. In comune avranno un'unica notte di pene, sangue e conti in sospeso. Ben girato e ben scritto, 7 sconosciuti a El Royale riprende a piene mani i temi e lo stile di The Hateful Eight di Quentin Tarantino, ma nonostante il senso di déjà-vu intrattiene e coinvolge a dovere.

Halloween - Anche l'undicesimo film della serie Halloween arriva al cinema dopo l'anteprima alla Festa del cinema di Roma. Il film ha già trionfato al botteghino e si presenta come miglior sequel di quel capolavoro del cinema horror che John Carpenter scrisse e diresse nel 1978. La protagonista è di nuovo Jamie Lee Curtis, che torna indossare i panni di Laurie Strode: sono passati 40 anni, non è più una giovane baby sitter, ma una donna che ha vissuto quattro decenni da reclusa preparandosi al ritorno di Michael Myers, lo psicopatico che ha massacrato i suoi amici durante la notte del 31 ottobre 1978. E Myers (di nuovo interpretato da Nick Castle) torna eccome. Titoli di testa arancione, musica cult, Halloween riesce nel compito di riportare lo spettatore alle atmosfere del mitico horror del '78.

Disobedience - Due notissime Rachel di Hollywood per la prima volta insieme per un dramma sui pregiudizi che condizionano ancora oggi la libera espressione della femminilità. Rachel Weisz è Ronit che da New York torna nella sua città natale, Londra, per i funerali del padre, rabbino capo della comunità ebraico ortodossa della capitale britannica. Rachel McAdams è Esti, sua amica di un tempo con la quale aveva condiviso un'attrazione che aveva creato turbamento nella comunità e che ora rischia di tornare ad accendersi.

Euforia - A oltre cinque mesi dalla sua presentazione all'ultimo Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard, il secondo film diretto da Valeria Golino arriva nelle sale. Protagonisti Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea nei panni di due fratelli molto diversi: il primo è Matteo, imprenditore carismatico e apertamente omosessuale, mentre il secondo è Ettore, un uomo pacato che vive ancora nella piccola città di provincia dove entrambi sono nati e cresciuti. Quando Ettore si scopre malato, i due si avvinano molto e per la prima volta imparano a conoscersi veramente.

Uno di famiglia - Da Pietro Sermonti a Neri Marcorè, da Sarah Felberbaum a Lucia Ocone: un cast di stelle si riunisce sotto la regia di Alessio Maria Federici per creare una brillante commedia sulla mafia. Luca, insegnante di dizione scombinato, salva Mario, un suo studente che stava per essere investito da un'auto in corsa. La zia del ragazzo, Angela, che vede la scena decide che da quel momento Luca andrà ringraziato con la protezione di tutta la famiglia: i Serranò, potentissimi 'ndranghetisti che tengono in mano le sorti di Roma.

Per i più piccoli due cartoni animati: Baffo & Biscotto - Missione Spaziale e Minicuccioli - Le quattro stagioni. Il primo è una produzione russa che ha per protagonista un castoro molto preciso e abitudinario, la cui vita cambia totalmente quando Baffo, un dinamico gatto, si trasferisce a vivere con lui. Il secondo è invece una produzione italiana, realizzata da Sergio Manfio: i protagonisti sono gli animali della serie tv Mini cuccioli, trasmessa sulla Rai e amata dai bimbi tra i 2 e i 4 anni.

Dall'Italia due commedie poche convenzionali: Achille Tarallo e Up & Down - Il primo è un film diretto da Antonio Capuano che mette affettuosamente alla berlina la napoletanità in tutte le sue accezioni più folkloristiche. Il secondo è un docu-fiction diretto da Paolo Ruffini, che racconta il viaggio lungo un anno intero per realizzare uno spettacolo e portarlo nei più prestigiosi teatri d'Italia. Il racconto avviene attraverso gli occhi incantati di attori straordinari: cinque con Sindrome di Down e uno autistico.

Dalla Francia invece arrivano due drammi: Angel FaceLa donna dello scrittore - Il primo racconta di una giovane madre che decide di abbandonare a se stessa la figlia di otto anni, dopo un incontro in discoteca. Il secondo è una storia d'amore ambientata durante la seconda guerra mondiale. Mentre le truppe germaniche scendono verso il sud della Francia, Georg, un rifugiato tedesco, che ha assunto l'identità di Weidel, uno scrittore suicida, è riuscito a raggiungere Marsiglia. Ha con sé i documenti, un visto per l'ambasciata messicana e il manoscritto di un romanzo di Weidel: ora è alla ricerca di un passaggio su una nave americana. Ma l'incontro con Marie, una giovane donna che è in cerca del marito scomparso e che nel frattempo si è legata a un medico, muta i suoi progetti. 

The Reunion - È svedese invece il dramma sulle relazioni sociali ambientato al tavolo di una riunione tra vecchi compagni di classe. Protagonista è Anna Odell, artista e regista, che scopre di non essere stata invitata a una cena di classe per riabbracciarsi dopo vent'anni: la questione agita e interroga l'autrice, outsider della classe, che decide di farne un film

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata