Genova, 3 dic. (LaPresse) – Da oggi, giovedì 3 dicembre, alle ore 20.30, al Teatro Carlo Felice di Genova ci sarà il celebre balletto ‘Lo Schiaccianoci’ di Pëtr Il’ic Cajkovskij con il Balletto dell’Opera Nazionale di Riga.

Il balletto fantastico, rappresentato per la prima volta il 6 dicembre 1892 al Teatro Mariinskij di Pietroburgo, in vista del Natale, è ispirato alla favola di Hoffmann, ‘Der Nussknacker und Mausekönig’ (Schiaccianoci e il re dei topi), nella riduzione per bambini di Alexandre Dumas padre. Il libretto è di Ivan Vsevolozskij, allora direttore dei Teatri Imperiali, le coreografie del più grande coreografo dell’Ottocento, Marius Petipa. Cajkovskij ha scritto per Schiaccianoci una musica di trasparenza mozartiana, ricca di humor, ma anche eterea e dolcissima, perfetta per accompagnare il sogno di una bimba addormentata sotto l’albero di Natale che, in sogno, vive mille avventure.

Le danze che si susseguono sono tutte molto famose: la ‘Danza della fata confetto’, la ‘Danza russa’, la ‘Danza cinese’, fino all’amatissimo ‘Valzer dei fiori’. Con Petipa lavorò Lev Ivanov, che affrontò soprattutto il problema di far danzare uno stuolo di piccoli allievi della scuola di danza in scene come il ‘Valzer dei fiocchi di neve’, che prevede la presenza di sessantaquattro ballerine in tutù bianco.

La coreografia e la messa in scena di questa versione sono curate da Aivars Leimanis (dalla produzione originale di Vasilij Vajnonen) che dal 1993 ricopre la carica di direttore artistico del Balletto dell’Opera Nazionale di Riga e che, nel 2003, è stato insignito della medaglia dell’Ordine delle tre stelle, uno dei più importanti riconoscimenti lettoni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata