New York (New York, Usa), 13 mag. (LaPresse/AP) – A sorpresa è arrivata anche Angelina Jolie alla premiere mondiale del film tv ‘The Normal heart’ della Hbo, a New York. Presenti gli attori del cast da Mark Ruffalo a Julia Roberts, da Matt Bomer a Taylor Kitsch. Il film racconta la storia dei primi anni Ottanta di un gruppo di attivisti che lotta per portare l’attenzione pubblica sul contagio dell’Aids.

“E’ un progetto importante sono onorata di essere qui” ha detto la Jolie all’Associated Press, prima di posare sotto i riflettori con il suo Brad Pitt. La società di produzione di Pitt, la Plan B Entertainment, è uno dei produttori della pellicola. I ‘Brangelina’ fanno coppia da quasi dieci anni e sono impegnati nella lotta per i diritti umani nel mondo. Annunciato il loro fidanzamento ufficiale nel 2012, non è però ancora stata comunicata una data per le nozze.

La diva e ambasciatrice Onu ha indossato un tubino nero strapless, ovvero senza spalline, che lasciava scoperto il tatuaggio sulla spalla. Anche Brad Pitt ha scelto colori scuri, indossando t-shirt e pantaloni neri e una giacca in seta lavata blu scuro.

Mark Ruffalo interpreta il ruolo Ned Weeks, un attivista gay che cerca di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’Hiv nei primi anni Ottanta. Colpito personalmente dal virus, inizia la sua lotta per portare l’attenzione della gente ma anche della politica sull’epidemia. Per l’attore protagonista la rilevanza sociale del film ha significato qualcosa di più di un semplice ruolo da recitare. “E’ stato sempre più intenso, giorno dopo giorno. Sai che la storia è importante e che la stai raccontando”, ha aggiunto.

La sceneggiatura è stata scritta dal pluripremiato Larry Kramer e racconta i primi tempi della diffusione del virus e la discriminazione nei confronti di coloro che ne restarono colpiti. “Mi auguro che i giovani vedano questo film perchè l’Aids non è stato debellato” ha detto Matt Bomer. Jim Parsons, il pluripremiato attore della sitcom televisiva ‘Big Bang Theory’ ha ammesso che è stato un ruolo difficile per cui ci sono voluti alcuni giorni in cui gli attori si sono ritrovati per provare.

Il creatore di ‘Glee’ Ryan Murphy ha comprato i diritti per realizzare e dirigere il film. Sul pregiudizio che circonda la comunità gay, il regista ha detto che “Quello che è accaduto nella realtà è come un film dell’orrore ed è successo a causa del pregiudizio e dell’incomprensione. Anche per questo si è trasformato in un’epidemia a livello mondiale”. Il film per la televisione statunitense andrà in onda il 23 maggio sull’Hbo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata