Troppo "calore" per Salvini: il leader in osteria richiama i suoi all'ordine
Possono anche i leader politici essere travolti dal "troppo amore" dei propri sostenitori? A Matteo Salvini, candidato premier del centrodestra, è capitato a Milano, durante un aperitivo col suo staff in un'osteria del quartiere Gratosoglio. Mentre parlava di Europa, dopo continui applausi e commenti da parte del pubblico, Salvini ha dovuto smorzare un po' gli entusiasmi con un perentorio "Ragazzi, riesco a parlare?" a cui ha fatto seguito il consigliere comunale di Milano Alessandro Morelli che ha chiesto: !Niente cartelli". Ma dopo qualche secondo, ecco di nuovo gli applausi. E, immancabilmente, l'alzata di cartelli 'Salvini premier'