Il vicepresidente azzurro dopo l'incontro con Landini, Bombardieri e Sbarra

(LaPresse) “È stato un incontro positivo con i leader di Cgil, Cisl e Uil. Abbiamo ribadito la nostra contrarietà a un blocco generale dei licenziamenti, ma siamo favorevoli ad un’azione delle imprese per usare tutti gli strumenti possibili come la Cig e la Cassa Covid prima di avviare i licenziamenti”. Cosi il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani, dopo l’incontro con i sindacati. Per Tajani bisogna “intervenire sulla riforma degli ammortizzatori sociali e sulle politiche attive del lavoro”: “Serve una riforma complessiva che tuteli i lavoratori”, ha aggiunto il leader azzurro dopo il faccia a faccia con Maurizio Landini, Pierpaolo Bombardieri e Luigi Sbarra, segretari generali rispettivamente di Cgil, Cisl e Uil.

“Siamo disponibili per un’azione forte in Parlamento per tutelare la sicurezza sul lavoro“, ha continuato Tajani, a poche ore dalla cabina di regia del governo sul blocco dei licenziamenti che scade il 30 giugno. “Abbiamo informato Brunetta e gli abbiamo raccontato l’incontro avuto oggi, credo siano positivi questi incontri per risolvere i problemi del Paese”, ha concluso il numero due di FI.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata