L'agenzia di rating declassa l'azienda statunitense. Ira di Elon Musk

Tesla non è più tra le migliori 500 aziende per sostenibilità. È il responso dell’agenzia di rating Standard & Poors, che ha “declassato” l’azienda statunitense secondo l’indice ESG, che prende in esame pure gli aspetti sociali e di governance, in aggiunta ai criteri ambientali.

Lo riporta Mondo Motori in un dettagliato articolo, nel quale si sottolinea come il marchio Tesla abbia sempre fatto leva sul fattore “sostenibilità” per conquistare una ampia platea di clienti, puntando fin da subito sulla trazione 100% elettrica. Ciononostante, Standard & Poors ha escluso Tesla dalle 500 migliori società, facendo mandare su tutte le furie Elon Musk.

“Exxon è fra le prime dieci al mondo per ambiente, sociale e governance per l’S&P 500, mentre Tesla non è nella lista. L’ESG è una truffa. È stato armato dai falsi guerrieri della giustizia sociale”, ha twittato Musk.

“Anche se Tesla fa la propria parte per togliere auto a benzina dalle strade, la società è rimasta indietro rispetto ai rivali sulla base dei parametri ESG di più ampio respiro”, la replica di Margaret Dorn, Senior Director e Responsabile degli indici ESG (Environmental, Social e Governance) di Standard & Poors.

Tra le principali cause del declassamente di Tesla vi sarebbero anche i salari – inferiori rispetto alla media del settore – mentre gli straordinari sono praticamente una prassi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag:,