Usa, Trump ammette difficoltà di deportazione giovani migranti
Non ha offerto molti dettagli sul Programma di Azione differita

Donald Trump ha ammesso che l'abrogazione del programma adottato da Barack Obama per frenare la deportazione dei giovani senza documenti è "uno dei temi più difficili" con cui si deve scontrare e ha assicurato che lo affronterà "con il cuore". Durante la conferenza stampa di oggi il presidente americano non ha offerto molti dettagli sul Programma di Azione differita (Daca) approvato nel 2012 e che ha permesso di limitare la deportazione di 750mila giovani senza documenti, soprannominato 'the dreamers', i sognatori, sulla cui abrogazione Trump aveva basato la sua campagna elettorale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata