Iran: continuano le proteste contro il regime, polizia apre fuoco contro manifestanti

Nella mobilitazioni filogovernative bruciate bandiere Gb

Violenti scontri a Teheran dove la polizia ha aperto il fuoco contro i manifestanti che hanno inscenato una protesta contro il regime. Protesta nata durante la veglia ieri per le 176 vittime dell'aereo ucraino abbattuto per errore dai militari iraniani. Diversi gli arresti. Fermato e poi rilasciato l'ambasciatore britannico: è sospettato di "istigazione" alla protesta con Londra che ha chiesto spiegazioni. A sostegno dei manifestanti Donald Trump: "Ispirato dal vostro coraggio", ha scritto il presidente Usa in un tweet in lingua farsi. Intanto sempre nella capitale iraniana una folla filogovernativa si è radunata davanti all'ambasciata di Londra bruciando una bandiera britannica mentre i pasdaran presidiano le strade della città.