La leader tedesca in conferenza stampa: "Non è automatico che il prossimo Cancelliere sia di Cdu/Csu"

(LaPresse) La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha detto che l’Unione cristiano democratica (Cdu) sta combattendo ed è sempre stata consapevole che non avrebbe mantenuto “automaticamente” il posto di guida della Germania dopo i suoi 16 anni al potere, minimizzando i sondaggi allarmanti con le elezioni del 26 settembre sempre più vicine. Recenti sondaggi hanno mostrato il blocco della Cdu (consociato con la Csu bavarese), guidato ora dall’aspirante successore Armin Laschet, al secondo posto dietro i socialdemocratici di centrosinistra della Spd, con un sostegno molto basso di circa il 20%. “Siamo nel mezzo della campagna elettorale e vedo che siamo davvero combattendo”, ha detto la cancelliera in conferenza stampa rispondendo a chi le chiedeva se fosse preoccupata per un’eventuale perdita della cancelliera da parte del suo partito dopo la sua uscita di scena. “Era chiaro a tutti nella Cdu e nella Csu che non saremmo tornati alla cancelleria automaticamente e senza sforzo dopo 16 anni”, ha precisato facendo riferimento anche al partito gemello bavarese (Csu) l’Unione Cristiano Sociale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata