Ennesima protesta contro il colpo di stato militare

(LaPresse) – Gas lacrimogeni sono stati usati in Myanmar per disperdere l’ennesima manifestazione di protesta contro il colpo di stato militare del mese scorso, nella città di Yangon, la più grande del paese. Alcuni temono che il crescente uso della forza da parte della giunta militare abbia lo scopo di provocare una violenta reazione da parte dei manifestanti, al fine di screditarli e giustificare una repressione ancora più dura.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata