Le proteste durano da due settimane: migliaia di contadini in piazza

Sciopero nazionale indetto da migliaia di contadini in India per protestare contro le nuove leggi sull’agricoltura. La protesta, iniziata martedì 8 dicembre, arriva nel mezzo di nuove manifestazioni a New Delhi ed è stata indetta dopo cinque round di colloqui tra gli agricoltori e il governo indiano che non sono riusciti a produrre alcun progresso. Decine di migliaia di agricoltori stanno bloccando da quasi due settimane le principali autostrade alla periferia della capitale indiana. I leader della protesta hanno respinto l’offerta del governo di modificare alcune controverse disposizioni delle nuove leggi agricole, che deregolamentano i prezzi dei raccolti, restando fermi sulla loro richiesta di abrogazione totale, minacciando di intensificare la loro agitazione e di occupare i caselli autostradali in tutto il Paese se la loro richiesta non sarà accolta dall’esecutivo. Le due parti si incontreranno per ulteriori colloqui nelle prossime ore.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata