Migliaia di manifestanti contro il primo ministro Pashinian

Continuano senza sosta le proteste nella capitale armena di Erevan, dopo che il primo ministro Nikol Pashinian ha firmato un accordo con l'Azerbaijan per il cessate il fuoco in Nagorno-Karabakh. Migliaia di manifestanti si sono riuniti nella piazza principale esortando Pashinian a dimettersi dall'incarico. Diversi gli arresti effettuati dalla polizia durante e dopo l'assalto alla sede del governo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata