"È un massacro. Dovrei lasciarle al nemico?"

A causa degli intensi bombardamenti, l'allevatore di pecore Roman Aloverdyan è stato costretto a fuggire dalla sua casa in Nagorno-Karabakh. Dopo che la sua famiglia è stata evacuata, anche Aloverdyan ha deciso di lasciare la sua casa e portare con sé le sue pecore, spostandosi a piedi verso l'Armenia. "È un massacro. Dovrei lasciarle al nemico? Ho investito così tanto lavoro in loro", ha detto parlando del suo gregge.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata