Londra (Regno Unito), 13 set. (LaPresse/PA) – Elton John sfida Vladimir Putin. Il cantante, infatti, ha definito “ridicole” le posizioni dei presidente russo sui diritti dei gay e ha detto che vuole incontrarlo proprio per parlare di questo. La pop star ha lanciato la proposta dell’incontro mentre era in Ucraina dove ha incontrato il presidente Petro Poroshenko per fare pressione sui diritti nel Paese di lesbiche, gay, bisessuali e transgender.

Sir Elton accusa Puntin di dire “cose stupide“, riferendosi agli avvertimenti lanciati dal presidente ai gay che avrebbero partecipato alle Olimpiadi invernali, e lo invita a “lasciare i bambini in pace”. La Russia, infatti, ha approvato nel giugno del 2013 una controversa legge contro gli individui che promuovono “atteggiamenti omosessuali tra i minori” basandosi sulla convinzione che “i gay prendono di mira i bambini”.

La star, parlando alla Bbc, ha detto: “Un attimo. Sei il presidente della Russia e vai a dire in giro cose stupide come questa?”, sottolinando come l’atteggiamento di Putin verso i gay sia “isolante, discriminatorio e ridicolo”.

“Mi piacerebbe incontrarlo. E’ probabilmente un’utopia, potrebbe ridere alle mie spalle e definirmi un idiota assoluto, ma alla fine, penso, ho la coscienza a posto per dire ‘Io ci ho provato'”.


Su Instagram Elton John ha poi parlato dell’incontro a Kiev e ha ringraziato il presidente per il sostegno. “Ho incontrato Poroshenko e abbiamo discusso dell’importanza di modifiche legislative per sostenere i diritti Lgbt. In particolare gli ho chiesto: Il divieto di discriminazione sul lavoro basato sulla sessualità e identità di genere; sanzioni penali per i crimini di odio. Abbiamo bisogno di uomini d’affari ucraini e mediatori di potere per creare una società più inclusiva e tollerante. Abbiamo bisogno di questo in tutto il mondo!”, ha concluso la star.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag:,