Il colosso del web ha siglato l'intesa per Google News Showcase

E’ arrivata la stretta di mano fra Google e gli editori italiani. Il colosso del web ha siglato un accordo con tredici player dell’editoria per remunerare – sulla base di intese con i singoli publisher – quanti aderiscono al programma Google News Showcase.

Il nuovo programma di licenze offrirà ai lettori l’accesso a contenuti giornalistici approfonditi, a fronte di una remunerazione per gli imprenditori dell’editoria: Caltagirone Editore, Ciaopeople, Citynews, Gruppo Monrif, Il Foglio Quotidiano, RCS Media Group, Sole 24Ore e molti altri, per un totale di 13 gruppi editoriali e 76 pubblicazioni tra nazionali e locali.

“Questi nuovi accordi, firmati su base individuale – fanno sapere da Google Italia – tengono in considerazione i diritti previsti dall’Articolo 15 della Direttiva Europea sul Copyright in relazione agli usi specifici online delle pubblicazioni giornalistiche, e rappresentano un importante passo avanti nella nostra relazione con gli editori italiani. Con News Showcase ci proponiamo di offrire da un lato un servizio di qualità per gli utenti, e allo stesso tempo portare nuovi lettori e maggiori ricavi agli editori. Grazie a questa soluzione, infatti, su Google News e Discover sarà possibile leggere contenuti speciali di grandi testate nazionali e importanti redazioni locali, come Corriere della Sera, Fanpage.it, il Fatto Quotidiano, Il Foglio, Il Gazzettino, ilGiornale.it, Il Giorno, Gruppo Corriere, IVG.it, Libero, Il Mattino, Il Messaggero, MilanoToday, La Nazione, il Resto del Carlino, Roma Today, il Sole 24Ore, Il Tempo e Varesenews, solo per fare alcuni esempi”.

“News Showcase – assicura il gigante del web – permetterà agli editori di rafforzare la propria relazione con i lettori, sviluppare nuovi modelli per la monetizzazione dei contenuti e trarre beneficio dall’aumento di traffico verso il proprio sito”. Gli editori insomma ‘incassano’ una condivisione della monetizzazione dei contenuti che Google usa per ‘alimentare’ il proprio servizio.

L’intesa, che mette la parola fine alla vertenza che vedeva Google e gli editori su fronti contrapposti, è stata salutata con apprezzamento da Urbano Cairo, presidente e amministratore delegato di RCS Media Group, uno dei gruppi coinvolti: “Siamo soddisfatti di aver raggiunto questo accordo che, regolando anche il tema dei diritti connessi, riconosce l’importanza dell’informazione di qualità e l’autorevolezza delle nostre testate”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata