Il presidente di EssilorLuxottica si è spento a 87 anni a Milano

Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica e presidente di EssilorLuxottica, è morto all’età di 87 anni a Milano. EssilorLuxottica è ritenuto oggi il più grande sistema distributivo del mondo dell’ottica.

Era uno degli uomini più ricchi d’Italia, e maggior azionista di Mediobanca oltre che di Generali (e Covivio, un’immobiliare francese). Era stato nominato cavaliere del Lavoro nel 1986. Nato a Milano nel 1935, da genitori emigrati dalla Puglia, ha avuto un’infanzia travagliata, con gli anni da bambino nell’orfanotrofio dei Martinitt. Aveva iniziato a studiare design alle serali a Milano e lavorare fin da giovanissimo.

L’estensione del suo mondo imprenditoriale e finanziario è partito dalla costruzione di montature per occhiali, con una piccola fabbrica nel Bellunese ad Agordo. A 26 anni Del Vecchio aveva iniziato a costruire la storia di Luxottica; nel corso del tempo è sempre stato attento all’evoluzione tecnologica del settore ma ha dedicato molta a investimenti finanziari in banche e assicurazioni.

Nel 2017 arriva la fusione tra Luxottica e Essilor. Nasce EssilorLuxottica. Attualmente la più grande holding produttrice e venditrice mondiale di occhiali e lenti; conta circa 80mila dipendenti e oltre 9mila negozi. Secondo la rivista Forbes la sua ricchezza ad aprile di quest’anno è stata valutata in 27,3 miliardi di dollari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata