Le parole del Ceo di Leonardo alla presentazione del Padiglione Italia

(LaPresse) – Al Padiglione Italia all’Expo di Dubai viene presentata “un’Italia che ha anche delle fortissime componenti tecnologiche. Penso alla presenza di Leonardo qui. Si tratta di un’Italia con le sue migliori capacità che va dal settore agricolo, al settore dei servizi a quello industriale con componenti di altissima tecnologia. Come italiano sono fiero di Leonardo perché le capacità tecnologiche di Leonardo si confrontano con le migliori capacità in giro per il mondo. E’ un’Italia che deve avere un forte senso delle proprie capacità, tanta umiltà e moltissima voglia di lavorare”. Così Alessandro Profumo, ceo di Leonardo al Padiglione Italia all’Expo di Dubai.

Tra le novità presentate da Leonardo, le tecnologie e i prodotti relativi alle nuove frontiere nell’industria aeronautica con un particolare focus sul convertiplano AW609, progettato e realizzato per ottenere una sintesi efficace tra la versatilità operativa dell’elicottero e i vantaggi dell’aeroplano. “Si tratta di uno strumento incredibilmente innovativo: è un elicottero, visto che decolla e atterra in modo verticale, e un aereo visto che va sopra le nuvole, può volare in qualsiasi condizione di tempo. Va molto lontano e ci va molto velocemente. Pensiamo – aggiunge Profumo – che sia uno strumento ideale per molte missioni, ad esempio per le operazioni di emergency e medical services, nel caso di una persona che dovrebbe essere recuperata da un elicottero e poi trasferita su un aereo per essere portata in ospedale, piuttosto che per trasportare persone che vogliono muoversi punto a punto da una città a un’altra città a grandi distanze”.

Ai visitatori del Padiglione Italia di Expo 2020 Dubai sarà possibile vedere da vicino la trivella robotica della missione ESA-Roscosmos ExoMars 2022, realizzata con il supporto di Asi, che cercherà tracce di vita presente o passata nel sottosuolo di Marte, e un orologio atomico realizzato per applicazioni spaziali di altissima precisione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata