Dal ricordo della Shoah alle tendenze bio: cosa fare nel weekend del 26 e 27 gennaio

LaPresse e upday presentano gli eventi da non perdere dell'ultimo fine settimana di gennaio in tutta Italia

In occasione del Giorno della Memoria, che cade domenica 27 gennaio, sono tante le iniziative dedicate al ricordo delle vittime di uno dei peggiori capitoli della storia dell'uomo. E poi tante mostre ed eventi culturali: dal teatro al fumetto fino al cinema. Ecco alcuni degli appuntamenti per il weekend del 26 e del 27 gennaio


Testimoni dei Testimoni. Ricordare e raccontare Auschwitz - Sabato 26 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria (che cade domenica 27) apre al Palazzo delle Esposizioni di Roma la prima mostra esperienziale ideata da un gruppo di ragazzi della Capitale che ha partecipato ai Viaggi della Memoria. Per la prima volta sono lenuove generazioni che raccontano l'esperienza del campo di concentramento, per tramandare le storie degli ultimi sopravvissuti alla Shoah, affinché la memoria generi un futuro consapevole. Ogni anno Roma Capitale, con la partecipazione della Comunità Ebraica di Roma, organizza il Viaggio della Memoria portando gruppi di studenti liceali a visitare i campi di sterminio di Auschwitz e Birkenau. Al ritorno da uno di questi viaggi, tre anni fa, alcuni studenti e alcune studentesse con la Sindaca Raggi e il Vicesindaco Bergamo hanno preso l'impegno di farsi Testimoni dell'esperienza appena vissuta insieme ai superstiti, realizzando una mostra, facendosi così anelli di una catena tra le generazioni passate e future per permettere alla memoria di sopravvivere. È nata così l'idea di Testimoni dei Testimoni che al Palazzo delle Esposizioni si è concretizzata in una mostra grazie all'incontro tra gli studenti e le studentesse e Studio Azzurro, il noto collettivo di artisti italiani pioniere nell'impiego dei nuovi media e nella poetica dell'arte partecipata che fa da guida in questo viaggio, fisico e mentale, attraverso un fil rouge narrativo destinato alla fruizione collettiva e scandito da una serie di tappe, alcune delle quali richiedono la partecipazione attiva dei visitatori. Il percorso è incentrato su alcuni momenti cruciali: dalla normalità della vita prima delle leggi razziali alla deportazione, dalla pianificazione degli esperimenti scientifici alla lingua della sopravvivenza, la Lagersprache, e alla brutalità delle identità cancellate alle quali vanno incontro l'attenzione e la memoria dei visitatori. Oltre al Viaggio della Memoria, la fonte principale per la stesura di questo racconto sono state le testimonianze raccolte dalla viva voce dei sopravvissuti e quelle conservate presso gli Archivi che hanno generosamente contribuito alla realizzazione del progetto: CDEC - Fondazione Centro di Documentazione ebraica contemporanea, Deputazione Ebraica di Assistenza e Servizio Sociale di Roma, Forma International, Istituto Centrale dei Beni Sonori e Audiovisivi, Istituto Luce, RAI TECHE, United States Holocaust Memorial Museum. Qui tutte le informazioni sulla mostra

 

We love Bio - Il 26 e il 27 gennaio in programma a Firenze il sesto appuntamento di We love Bio, il salone nato per promuovere le realtà che operano nel settore biologico e sensibilizzare i cittadini sul tema dell'ecosostenibilità e della salvaguardia dell'ambiente, proponendo anche attività che comportano giovamento psichico e benessere fisico per la persona. All'interno della OBiHall del capoluogo toscano, aziende ed associazioni che operano in vari settori, dal mercato più forte e di maggior interesse dei prodotti biologici alle strutture turistiche come hotel ed agriturismi che rispettano criteri di eco sostenibilità. Saranno presenti inoltre ristoranti biologici e vegani, centri benessere, palestre, fonti di energia alternative, abbigliamento bio e molto altro. Nell’Area Palco sono organizzati una serie di eventi collaterali con dimostrazioni di danza, corsi fitness, sfilate con abiti biologici e/o riciclati. Sempre nell’Area Palco vengono organizzate una serie di conferenze per sensibilizzare ed informare il visitatore dell’importanza dei prodotti biologici e degli effetti positivi che possono avere sulla persona e sull'ambiente. Qui per le informazioni dettagliate sull'evento

Tex. 70 anni di un mito - Il fine settimana del 26 e del 27 gennaio è l'ultima occasione per visitare la mostra che omaggia Tex Willer, personaggio creato da Gianluigi Bonelli e destinato a diventare il più amato eroe del fumetto italiano. Curata da Gianni Bono, storico e studioso del fumetto italiano, in collaborazione con la redazione di Sergio Bonelli Editore, la mostra racconta come Tex sia riuscito, anno dopo anno, non solo a entrare a far parte delle abitudini di lettura degli italiani, conquistando generazioni diverse, dal 1948 a oggi, grazie al suo profondo senso di giustizia e alla sua innata generosità, ma anche a diventare un eroe e un vero e proprio fenomeno di costume, un nome che non ha bisogno di presentazioni. La mostra, alla Permanente di Milano, è il più importante omaggio mai dedicato all’Aquila della Notte. Attraversi disegni, fotografie, materiali rari e talvolta mai visti prima e attraverso installazioni a tema create appositamente per questo evento, i visitatori ripercorreranno l’epopea di Tex Willer, che è anche quella della Frontiera americana, dalla sua creazione ai giorni nostri. Sul sito del museo tutte le informazioni

 

15 years of Magix - Winx Club compie 15 anni e per l'occasione a Milano arriva una mostra dedicata alla serie animata italiana, co-prodotta da Rainbow e Rai Fiction.  Si chiama 15 years of magix e trasporterà i visitatori nella dimensione magica del team di fatine a 15 anni esatti da quando su Rai Due debuttò la prima serie delle magiche eroine nate dalla fantasia e dal talento di Iginio Straffi. Quindici anni di avventure, amicizia, coraggio, e successi da coronare insieme ai fan di ieri e di oggi, con una serie di grandi eventi e di partnership esclusive. La mostra sarà sviluppata in diverse aree, partendo dalle origini e mostrando come le fatine si siano evolute e abbiano saputo reinventarsi e stare al passo con i tempi, fino a diventare un evergreen, una realtà di portata internazionale. Sabato 26 gennaio, giorno dell'inaugurazione, il pubblico verrà travolto da sorprese targate Winx. Wow Spazio Fumetto aprirà le porte alle ore 15.00 e, fino alle 16.00, in attesa di visitare la mostra, sarà possibile scoprire tutti i segreti di bellezza delle fatine con la 'preparazione magica' Fairy Make Up, in collaborazione con MBA Making Beauty Academy di Milano e Torino. non solo: un artista Rainbow mostrerà, con disegni in tempo reale, come nasce un cartone animato e come la magia delle Winx prende forma, dalla penna allo schermo. E alle 16.00 il taglio del nastro con le sei fatine, che saranno presenti durante il pomeriggio per le foto con il pubblico. L'ingresso alla mostra introdurrà poi il visitatore nella realtà della Rainbow, la content company che ha ideato il mondo delle Winx e che svelerà come si crea un cartone animato e si realizzano i personaggi, e anche come sono migliorate le tecniche nel corso degli anni: basti pensare che, graficamente, l'evoluzione delle fatine è passata dai primi disegni a mano realizzati da Iginio Straffi sino all'animazione in 3D con effetti speciali. I visitatori saranno guidati in un viaggio nel mondo delle Winx, dai primi disegni fino ad anticipazioni e contenuti esclusivi della nuovissima ottava serie. In mostra per la prima volta ci sarà la possibilità di ammirare i bozzetti originari delle fatine e gli studi dei personaggi, compreso il primo test per l'animazione di Bloom. Stagione dopo stagione si scoprirà come si è evoluto il design delle Winx, anche attraverso gli abiti originali delle trasformazioni. Inoltre si scoprirà come si è espanso il mondo delle fatine, uscendo dal cartone e diventando una linea di giocattoli, di cui sono esposti i pezzi più rari, ma anche una serie di film e un fumetto, di cui in mostra si potranno ammirare il primo numero e alcuni disegni originali. Non mancheranno ovviamente aree interattive, fotoset, statue, un divertente karaoke per cantare le canzoni più famose delle Winx e addirittura una proiezione olografica, per giocare e divertirsi sempre in compagnia delle magiche eroine. Qui tutte le informazioni sulla mostra

On Stage! Festival - Il teatro statunitense arriva in Italia. Dal 21 gennaio si sta svolgendo a Roma, in esclusiva per l'Italia, l'OnStage! Destival, rassegna in lingua originale di alcuni spettacoli teatrali di oltreoceano. Dopo l'esperienza maturata nei cinque anni di In Scena!, festival di teatro italiano a New York, On Stage! arriva per rendere ancora più solido il dialogo fra i due paesi, attraverso un network professionale dedicato. Gli spettacoli sono sei in tutto: uno firmato da un artista affermato, approdato alla scena Off Broadway; quattro show di compagnie Off Off selezionate tramite bando in America e uno spettacolo di danza, che raccoglie la sintesi di tre lavori di una compagnia di danza emergente ma già premiata. Gli spettacoli prescelti, che affrontano temi di grande attualità in USA e nel mondo occidentale utilizzando linguaggi teatrali diversi, saranno presentati all'Off Off Theatre in lingua originale con sopratitoli in italiano, dalle traduzioni realizzate in collaborazione con il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell'Università di Roma Tre. Ogni show sarà seguito da un incontro con le compagnie, per dar modo al pubblico di confrontarsi direttamente con artisti stranieri eccezionalmente in Italia. Qui il programma completo
 

Al cinema - Arriva nelle sale italiane La Favorita, il film (a pari merito con Roma di Alfonso Cuarón) ad aver ricevuto il più alto numero di candidature per gli Oscar 2019: ben dieci, tra cui Miglior Film. Il greco Yorgos Lanthimos riporta il pubblico nel XVIII secolo quando sul trono d'Inghilterra, durante la guerra contro la Francia, siede una fragile regina: Anna, che si lascia influenzare dalle persone a lei più vicine, anche in tema di politica internazionale. Ad avere il principale ascendente su di lei è l'astuta nobildonna Lady Sarah. Almeno fino a quando a corte arriva una nuova potenziale 'favorita': la bella Abigail Masham. Una storia, e quindi un cast, tutto al femminile che vede due premi Oscar nei ruoli delle lady di corte: Rachel Weisz nei panni di Sarah, Emma Stone in quelli della nuova arrivata Abigail. Olivia Colman, invece, che interpreta la regina Anna, è fresca del Golden Globe come Migliore attrice in un film commedia o musicale e della Coppa Volpi alla Mostra del cinema di Venezia per la miglior interpretazione femminile. E proprio sulla Croisette il film è stato premiato con il Leone d'argento, il riconoscimento della giuria. Tutte e tre le attrici concorrono all'Oscar per questi ruoli. Ecco tutte le altre nuove uscite della settimana nei cinema italiani

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata